by La Via del Collegio

Il KE GUSTO JE.. ZZ festival è una creatura della org. La Via del Collegio - associazione culturale che rappresenta la propria comunità intesa come fruitore della Cultura, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo. Ha autonomia statutaria, normativa, organizzativa e finanziaria nell'ambito delle leggi, dello statuto e dei regolamenti. E' titolare di funzioni proprie e di quelle conferite da leggi dello Stato e della Regione secondo il principio di sussidiarietà. L'associazione svolge le sue funzioni anche attraverso le attività che possono essere adeguatamente esercitate dalle autonome iniziative dei soci e delle loro formazioni sociali. Tutte le informazioni aggiornate sui servizi e sulle attività sono disponibili anche sul sito www.laviadelcollegio.com 

Come operiamo

Nell'ambito delle norme, dello Statuto e dei regolamenti, ispira il proprio operato al principio di separazione dei poteri in base al quale è attribuita la funzione di indirizzo e di controllo, intesa come potestà di stabilire in piena autonomia obiettivi e finalità dell'azione programmatica e di verificarne il conseguimento; alla struttura amministrativa spetta invece, ai fini del perseguimento degli obiettivi assegnati, la gestione amministrativa, tecnica e contabile secondo principi di professionalità e responsabilità. L'ufficio amministrativo opera sulla base dell'individuazione delle esigenze, adeguando costantemente la propria azione amministrativa e i servizi offerti, verificandone la rispondenza ai bisogni e l'economicità.

Principi e valori

L'azione della Via del Collegio, ha come fine quello di soddisfare i bisogni della comunità che rappresenta puntando all'eccellenza dei servizi offerti e garantendo, al contempo, il buon andamento nell'esercizio della funzione di "Impresa Culturale". I principi e i valori che la ispirano sono: integrità morale, trasparenza e partecipazione, orientamento alle esigenze del pubblico, valorizzazione delle risorse interne, orientamento ai risultati, innovazione, ottimizzazione delle risorse.

I risultati raggiunti, le criticità e le opportunità

La rendicontazione dei risultati di diverse performance, in un'ottica di completa trasparenza, deve essere comunicata secondo le modalità previste . Con i punti che seguono si propone dunque di evidenziare i risultati salienti e di effettivo interesse relativi all'anno 2016, come per esempio:

• aver raggiunto significativi risultati quantitativi e qualitativi circa la performance complessiva della ns. organizzazione;

• aver raggiunto significativi risultati quantitativi e qualitativi circa la performance individuale dei protagonisti della ns. attività;

• aver evidenziato gli eventuali scostamenti (positivi e negativi) dell'attività complessive ed individuali rispetto ai target fissati nel "Piano delle performance" redatto nella fase di definizione della programmazione 2016;

• consentire una chiara comprensione delle azioni correttive e dei piani di miglioramento che sono stati intrapresi nel corso dell'esercizio 2016 .

La rendicontazione dei risultati " non cifrati" ha un'ulteriore finalità all'interno dell'esercizio 2016, ossia quella di avviare un circolo virtuoso di miglioramento nella definizione del sistema di misurazione e di valutazione delle attività proposte e degli obiettivi che le compongono, affinché:

• i target annuali degli obiettivi strategici e/o di lungo periodo (almeno triennali) siano raggiunti;

• si crei una "sensibilità" sufficiente a incrementare sempre più i target migliorando le performance senza per questo demotivare la nostra direzione artistica, formulando obiettivi ritenuti irraggiungibili;

• le valutazioni siano sempre più puntuali ed accurate;

• si crei una spinta al miglioramento delle scelte artistiche e dei sistemi che servono a gestirle.

  

MASSIMO RANIERI in Sogno e son Desto 

cantante


Tony Hadley



il libro della Giungla

"Aperiam eaque ipsa quae ab illo inventore veritatis et quasi."